27.02.19

Eni in Medio Oriente

Eni e Abu Dhabi: integrazione, complessità ed efficienza. Un legame importante, che permetterà all’azienda Eni di crescere, rafforzare l’integrazione e incrementare la nostra capacità di raffinazione. È quello sancito dall’accordo con Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) Refining il 27 gennaio 2019, grazie al quale Eni acquisisce una quota nell’attività di raffinazione dell’azienda mediorientale. Si tratta di una delle operazioni più rilevanti mai condotte nel settore della raffinazione e riflette la dimensione, la qualità e il potenziale di crescita degli asset di ADNOC Refining.

<<Questi accordi consolidano la nostra forte partnership con ADNOC. Nell’arco di meno di un anno, siamo stati in grado di creare un hub con attività upstream d’eccellenza e una capacità di raffinazione efficiente, di grandi dimensioni e con ulteriore potenziale di crescita>>, queste le parole dell’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi.

Scopri il dossier Eni in Medio Oriente su eni.com

06.02.19

Leonardo: un talento italiano

Anno 2019, cinquecento anni fa moriva Leonardo da Vinci, uno degli esempi più eclatanti d’ingegno italiano. In occasione della ricorrenza, la Fondazione Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (MUST) ha pensato di trasformare l’attuale Galleria del Museo ne “Le Nuove Gallerie di Leonardo”: una grande esposizione permanente che propone, ai visitatori di tutto il mondo, le interpretazioni più recenti delle sue opere. Eni supporta il progetto mostrando, ancora una volta, la propria passione per le figure capitali in fatto di innovazione tecnologica. Sono in programma una serie di attività progettate congiuntamente: momenti culturali ed educativi in cui alcuni esperti di Eni approfondiranno temi legati all’innovazione.

Quando parliamo del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, dedicato alla figura di Leonardo da Vinci, ci riferiamo a una sede riconosciuta internazionalmente per quanto concerne la comprensione dei fenomeni scientifici e del loro impiego tecnologico e pratico. Il progetto espositivo de “Le Nuove Gallerie di Leonardo” sarà integrato fino al 2020 da un vasto programma culturale. Un ruolo centrale nello sviluppo delle attività sarà ricoperto dal rinnovato laboratorio interattivo i.lab, i cui percorsi tematici porteranno i visitatori all’interno del metodo di lavoro dell’”ingegnere”.

Scopri Leonardo su eni.com

10.01.19

In rotta verso il futuro

Integrazione ed efficienza hanno guidato Eni lungo dodici mesi. E’ stato ampliato il portafoglio esplorativo, investito in tecnologie proprietarie per migliorare le prestazioni nell’estrazione e nella ristrutturazione del business Mid-Downstream. L’azienda si è impegnata ad abbassare il proprio impatto carbonico e ha contribuito alla tutela dell’ambiente e della biodiversità. Si continua ad investire sulla sicurezza e nell’innovazione tecnologica e digitale, con soluzioni competitive come la fusione magnetica. Eni crede nell’importanza dell’economia circolare, per questo si è concentrata nello sviluppare le bioraffinerie e nel promuovere la mobilità sostenibile.

365 giorni insieme, nel mondo. Eni ha lanciato nuove start up, ha consolidato la produzione di Zohr in tempi record e rafforzato le partnership internazionali per una crescita a basso impatto ambientale. Ha ampliato la propria superficie esplorativa complessiva, ed effettuato nuove scoperte in Angola, Cipro, Egitto, Norvegia, Messico e Indonesia.

Scopri il dossier Nostro 2018 su eni.com

17.12.18

Sei incontri sul futuro

Eni e Fondazione Feltrinelli organizzano “Agorà. Le conseguenze del futuro”, un ciclo di sei incontri pubblici su altrettante tematiche chiave per capire i cambiamenti che stanno plasmando il mondo di domani: conoscenza, formazione, comunità, salute, cibo e spazio. A confrontarsi fra loro sono figure di punta della scienza, della cultura, dell’economia, della politica e dell’azione civile, chiamati a presentare lo stato dell’arte dell’innovazione nei rispettivi settori e a discuterne la sostenibilità attraverso esempi concreti. Un approccio che affianca capacità di visione e radicamento nella realtà, rigore scientifico e partecipazione, coscienza internazionale e contatto col territorio: valori di quell’umanesimo industriale condiviso sia Eni sia da Fondazione Feltrinelli.

Il primo dei sei incontri si è tenuto martedì 11 dicembre 2018 alle 18.30 alla Fondazione Feltrinelli in viale Pasubio 5. Il tema era la conoscenza, l’elemento alla base di ogni cambiamento e progresso civile. Il filosofo Ermanno Bencivenga (University of California, Irvine) ha dialogato con Massimo Banzi (co-fondatore di Arduino) e Davide Dattoli (Talent Garden), l’incontro è stato moderato da Matteo Caccia.

Scopri Le conseguenze del futuro su eni.com

28.11.18

Open innovation

CallForGrowth: parte il progetto di Eni realizzato in partnership con growITup, la piattaforma di open innovation che supporta le grandi aziende nella realizzazione di nuove partnership con le startup. Dal 21 novembre le startup italiane possono proporre progetti all’avanguardia per la digitalizzazione di specifiche aree legate alla salute e alla sicurezza delle persone, soluzioni digitali per la valorizzazione delle aree di servizio e soluzioni che consentano la completa interattività della manualistica e l’integrazione con i digital twin (gemelli digitali), cioè degli alter ego virtuali in ambiente 3D che affiancano e sostengono le attività operative. Le migliori startup potranno collaborare con Eni in un percorso di crescita continua.

Per aderire alla CallForGrowth, le startup che devono avere un consolidato Technology Readiness Level (TRL) hanno tempo fino al 21 gennaio 2019. Dopo la fase preliminare di screening, vengono coinvolte in un Selection Workshop che si svolge a Milano nel mese di febbraio: qui Eni, in collaborazione con il team di growITup, valuta le soluzioni più vicine alle sue esigenze di innovazione e attiva un percorso di collaborazione che potrebbe sfociare in una partnership commerciale, tecnologica e industriale.

Scopri CallForGrowth su eni.com

22.11.18

ADIPEC, la fiera dell’Oil & Gas negli EAU

Dal 12 al 15 novembre 2018 ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, si è svolta ADIPEC (The Abu Dhabi International Petroleum Exhibition), un evento legato al settore Oil & Gas, la più grande manifestazione fieristica del suo genere nel Medio Oriente e nell’Africa del nord. Nel corso della manifestazione Eni ha firmato numerosi accordi che confermano, ancora di più, la volontà di radicare la nostra presenza nel Golfo.

Con una superficie totale di 100 metri quadrati, Eni vince il premio come miglior stand di tutta la manifestazione. È caratterizzato da una cornice digitale che delimita lo spazio e sulla quale sono proiettati video evocativi delle attività dell’azienda e i colori del brand. Questo permette di fatto di avere uno stand diverso ogni 10 secondi. Il corpo dello stand è costituito da un unico volume in struttura lamellare che favorisce la fruizione visiva degli interni costituti da un’ampia zona lounge, dove trovano spazio anche una postazione EIRL con un monitor dedicato e una rivisitazione dell’area cinema, volta a divenire set di conferenze tematiche che si svolgeranno all’interno dello spazio. I 3 monitor da 55 pollici presenti nell’area lounge riproducono in loop progetti specifici: Zohr, Zubair, Oman. Un monitor è dedicato alla comunicazione istituzionale Versalis.

Scopri ADIPEC su eni.com

22.11.18

MED. La strategia del dialogo

Eni è partner della conferenza “Mediterranean Dialogues”. Dal 22 al 24 novembre si tiene a Roma la quarta edizione di “MED – Mediterranean Dialogues”, la conferenza annuale promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ISPI (Istituto Italiano di Studi Politici Internazionali). L’evento mira a definire un “programma positivo” per il Mediterraneo stimolando il dibattito e promuovendo nuove idee, ripensando agli approcci tradizionali e affrontando sfide condivise a livello sia nazionale che internazionale.

La conferenza ruota intorno a 4 argomenti cardine: prosperità condivisa, sicurezza, migrazione, società civile e cultura. I dibattiti su questi temi hanno lo scopo di completare l’analisi delle sfide attuali con nuove idee e suggerimenti per potenziare la cooperazione economica, superare le rivalità e i conflitti nazionali, e assicurare che vengano avviati adeguati incentivi per lo sviluppo sostenibile.

Scopri il MED su eni.com

13.11.18

Eni a Ecomondo

Un intero padiglione della kermesse sulla green economy di Rimini, in corso fino al 9 novembre, ospita la nuova iniziativa Circular Economy Stories – Gallery & Show: trecento metri quadri di allestimento con i racconti di economia circolare portati da grandi aziende. Eni, con l’esperienza di Versalis, presenta nuovi progetti di eco-design e di riciclo, come l’innovativa erba sintetica riciclabile e pannelli per l’isolamento termico degli edifici da plastiche post-consumo. Con quella di Syndial, presenta un esempio di economia circolare nell’ambito delle bonifiche.

L’erba sintetica dei campi sportivi si trasforma in parastinchi, gomitiere, pettorine o accessori da giardino. Il progetto presentato a Ecomondo nasce dalla partnership tra Versalis, come fornitore di materia prima (il polietilene), RadiciGroup, produttore di filati per applicazioni sportive, e Safitex, produttore di tapperi in erba sintetica. Genera una filiera che accorpa le eccellenze italiane per un esempio virtuoso di economia circolare e permette di evitare discarica o incenerimento nonché emissioni climalteranti in atmosfera.

Scopri Eni a Ecomondo su eni.com

30.10.18

Make in Africa

Quello dell’energia e delle risorse è un tema di assoluta priorità per il continente: la possibilità di godere di energia pulita, impatta enormemente sullo sviluppo delle comunità locali e delle loro economie. Make In Africa, il contest di Maker Faire Rome 2018 promosso da Eni, è nato dal desiderio di individuare, supportare e diffondere la realizzazione di progetti e soluzioni innovative per l’accesso all’energia nei paesi africani. L’evento ha rappresentato un’occasione di dibattito sul tema dei nuovi modelli economici, di soluzioni concrete e di energia: si è parlato di innovazione ed economia circolare, alla presenza di scuole, università, ed istituzioni, insieme al mondo dei maker, incubatori, fab lab e giornalisti.

All’evento Make In Africa, sono intervenuti anche i vincitori del Premio Eni Award degli ultimi due anni. Il Premio Eni Award promuove un migliore utilizzo delle fonti energetiche e incoraggia le nuove generazioni di ricercatori scientifici nel loro lavoro.

Scopri l’evento Make in Africa su eni.com

30.10.18

Data Africa

Una mostra che parla d’Africa e la fa conoscere ai visitatori senza mai farla vedere. Dal 4 ottobre il Maxxi di Roma ospita, nell’ambito della mostra African Metropolis, DATAFRICA, un percorso narrativo che ci porta nel continente africano, raccontandolo attraverso dati, fenomeni e scenari futuri, numeri significativi, punti di forza e paradossi che lo caratterizzano. Eni vuol far conoscere al visitatore la realtà toccandola con mano, senza mai ricorrere a immagini fotografiche o video, interagendo con le installazioni, in un viaggio che utilizza l’arte della data visualization e combina elementi fisici di design con componenti tecnologiche interattive. Con questa mostra si parla di una sfida e di un’opportunità. Un cambiamento culturale, un paradigma nuovo, compatibile con il futuro del pianeta. Un futuro inclusivo.

L’evento, promosso da Eni, si è svolto il 15 ottobre al Maxxi di Roma, e ha rappresentato un’occasione di dibattito, dedicato alle startup africane, sui temi dell’innovazione e dell’economia circolare. Tra gli ospiti, i vincitori di Make In’ Africa, il contest di Maker Faire nato dal desiderio di supportare la realizzazione di progetti e soluzioni innovative per l’accesso all’energia nei paesi africani. Sono intervenute anche la dottoressa Ugwoke, giovane talento dall’Africa, che studia i sistemi di energia rinnovabile off-grid in Nigeria, vincitrice di Eni Award 2017 e Emerance Jessica Claire D’Assise Goma-Tchimbakala, vincitrice di Eni Award 2018.

Scopri l’evento Data Africa su eni.com

15.10.18

Ognuno di NOI

“Viviamo in una realtà caratterizzata dalle differenze e dagli squilibri”. Così l’AD di Eni, Claudio Descalzi, nel corso dell’evento ‘Ognuno di noi’ alla Nuvola, il 12 luglio, a Roma, ha parlato a tutta l’azienda collegata in streaming e ai 1700 manager presenti, del futuro del pianeta, di Eni e di tutti coloro che ne fanno parte. La sfida è soddisfare la domanda crescente di energia a livello mondiale con la necessità di ridurre le emissioni. La Cop21 è stato un grande passo avanti in questo senso, ma Eni vuole fare di più e giocare un ruolo di primo piano in questa partita che ci riguarda tutti.

Oggi le imprese dell’energia devono guardare al futuro senza pensare solo al proprio business, ma assumendosi grandi responsabilità. Eni ha da sempre una vocazione, un’identità, intrisa di responsabilità sociale. Puntiamo all’efficienza e resilienza dei nostri business, ma con ambizioni ancora più sfidanti: essere leader nella carbon neutrality e avere un impatto positivo per la società. Il pensiero innovativo e fuori dagli schemi è il motore della nostra crescita e proietta già nel presente di Eni l’innovazione del futuro – questo l’intervento dell’AD Claudio Descalzi.

Scopri il dossier Ognuno di NOI su eni.com

02.10.18

Insieme per un futuro sostenibile

Le conseguenze del cambiamento climatico riguardano tutti, nella vita quotidiana. Hanno un impatto sulle nostre scelte: su che cosa mangiamo, su come ci muoviamo, su come scaldiamo le nostre case. Eni è un’impresa dell’energia ed è consapevole di esercitare un grande ruolo nel contrasto al cambiamento climatico.

Il 24 settembre a New York insieme ad altre 12 aziende di Oil and Gas Climate Initiative (OGCI) Eni ha fissato il primo target per ridurre l’intensità delle emissioni di metano sulle attività Upstream, ha firmato un Memorandum of Understanding con il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) ed è stata riconosciuta come Global Compact LEAD dall’iniziativa delle Nazioni Unite per la sostenibilità d’impresa.

Scopri il dossier Futuro sostenibile su eni.com

22.09.18

Singularity University Summit

Per il secondo anno Eni partecipa all’evento Singularity University Summit, in Italia, in programma il 2 e 3 ottobre. Un grande evento, Singularity University Summit, per la seconda volta in Italia a Milano. L’obiettivo di questa edizione? Supportare i leader di ciascun paese a comprendere come applicare le illimitate opportunità offerte dalle tecnologie esponenziali per realizzare un vero cambiamento e un impatto positivo all’interno della propria comunità di riferimento.

Eni ha da sempre una vocazione, un’identità, intrisa di responsabilità sociale. La sfida più grande che l’azienda sta affrontando è di impegnarsi, anche attraverso il supporto delle tecnologiche esponenziali, a favorire dell’accesso all’energia per chi oggi non ce l’ha. Eni è in prima linea con programmi di accesso all’energia nel territorio dell’Africa. Il 2 ottobre, alle ore 16.00, intervengono Dario Pagani e Marco Rotondi di Eni.

Scopri il Singularity University Summit su eni.com

03.09.18

Eni al Festivaletteratura

Dal 5 al 9 settembre 2018 la cittadina lombarda si anima di eventi dedicati agli autori più amati, con incontri, reading in piazza, percorsi guidati, concerti e spettacoli nei luoghi più rappresentativi del centro storico. Eni rinnova la propria presenza a uno degli eventi culturali più attesi, con il consueto incontro di approfondimento dal titolo “Inedita energia” che quest’anno è dedicato alla relazione tra esseri umani e macchine.

Durante l’evento “Inedita energia” con la conduzione di Neri Marcorè, domenica 9 alle ore 11.30 presso il Palazzo Ducale – Piazza Castello, a Mantova, l’azienda di energia organizzerà un dibattito con quattro illustri relatori sul tema della digitalizzazione e del suo rapporto con l’umanità e il futuro del lavoro.

Scopri il dossier Eni al Festivaletteratura su eni.com

21.08.18

Meeting di Rimini 2018

Anche quest’anno Eni partecipa al Meeting di Rimini. Nello spazio espositivo dell’azienda verrà interpretato il tema dell’evento “Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice”, attraverso una serie di attività e laboratori legati al coding. Collegandosi al concept “Energy Code: immagina, programma, trasforma” Eni presenta i propri progetti innovativi che realizza grazie al coraggio, all’ingegno e alle sue competenze integrate.

Al Meeting di Rimini saranno proposti hub tematici per famiglie, adulti e bambini dedicati alla trasformazione dell’energia: HPC4, imaging sismico, economia circolare, Green Data Center, robotica e programmazione, in collaborazione con Maker Faire Rome. L’obiettivo è quello di incuriosire i visitatori, avvicinarli a un approccio scientifico-tecnologico, ma anche invitarli a risolvere dei dilemmi in piena filosofia “maker”.

Scopri il dossier Meeting Rimini 2018 su eni.com